top hr marketing project administration ict mobile
Dal 1999 per chi decide
  

Facile dire: “fatevi conoscere”! Ma come superare la battaglia dei contenuti?

Smettetela di scrivere come matti dappertutto!!! Diventate dei VERI Content Editor

IN SINTESI:
Diventate Editori di Contenuti, non siate solo Curatori di Contenuti

C’è una bella differenza !!!

La differenza è che un Content Editor DEVE fare marketing e cioè capire bene ogni diversa audience che frequenta i siti, social, community, cerchie, gruppi che gli interessano.

Questo lavoro di osservazione e sintesi
BISOGNA farlo PRIMA ancora di Curare i Contenuti
e PRIMA di andare ad inserire/offrire i contenuti così generati.

C’è un sacco di gente che scrive dappertutto, cercando di argomentare quello per cui scrive. NON si mette nei panni di quelli che leggeranno quei contenuti.

Invece Prima si schematizza, Poi si produce, Infine si pubblica sempre con bene in mente il tipo di lettori che potrà incontrare il contenuto generato....

Lo abbiamo compreso (a nostre spese) facendo lunghi esperimenti su Linkedin, G+ e Slideshare.

E ora lo stiamo testando con nuovi strumenti di pubblicazione, piuttosto rivoluzionari, nati per la viralità.

Affronteremo queste modalità e nuovi straordinari strumenti nelle prossime singole puntate....

Le precedenti

 Diffondere contenuti: il lavoro di farsi trovare
 Bisogna adattarli sempre sul tipo di lettori di ogni singola pubblicazione


Uno stesso contenuto NON può andare bene per tutti i Social o Blog dove volete pubblicarlo, dovrete adattarlo SEMPRE alla audience in cui sarà collocato.

Un esempio presente su G+; “Over40 Italia” è una nutrita cerchia di 85.000 seguaci con ben 22 segmenti di interesse. Inutile pubblicare qualcosa se prima non vi sintonizzate (= trovare affinità e minimi comun denominatori sulla base dei like) con i frequentatori del segmento di interesse che ha attirato la vostra attenzione.

Un esempio su Linkedin; Quando pubblicate qualcosa, questo viene visualizzato tra i vostri corrispondenti: se non vi siete resi prima conto A CHE COSA SIANO EFFETTIVAMENTE INTERESSATI, fallirete nell’intento di “attirare” qualcuno su quello che dite/fate...

Sintonizzarsi non è semplice perché lo scopo di chi pubblica è diversissimo dal motivo di chi clicca un like o addirittura arriva in una vostra landing page. Un “mi piace” magari è generato per una frase/situazione in cui ci si ritrova oppure perché fa venire in mente nuove strade… o altro. Qualsiasi lettura può suscitare una gamma di svariate attenzioni. E’ come se lo scrittore avesse lanciato un sasso e subito dopo i cerchi nell’acqua dei lettori (e delle modalità di intendere lo scritto) diventano più numerosi allargandosi.

Il confine dei cerchi è dato dall’interesse della community dei lettori cui ci si indirizza.
Il grado di interesse lo si scopre dai temi e dai like che un buon Content Editor va ad esaminare preventivamente.

IN SINTESI: gettare la rete a caso non fa prenderete nessun pesce

 Contagiare il più possibile: trasformare un contenuto in virus
 Sistemi e tecnologie che aiutano la diffusione




Bisogna distinguere tra strumenti per la creazione di contenuti da quelli per la loro pubblicazione diffusa.

Creare dei contenuti

Su tutte le piattaforme di Content Management (WordPress, Joomla,…) si schiaffano testi, immagini, video e audio nell’editor proprietario che poi pubblica il tutto all’interno del vostro sito/blog,…..

Insieme a questi elementi, in realtà sono sempre più inseriti/utilizzati degli <iframe> che , quando copia/incollati nel giusto punto del testo o di un sito…., consentono di inglobare , ad esempio,
dei video da youtube o da altri,
dei NewsReader (ecco il nostro)
oppure delle Mappe da Google maps,
dei widget specifici ( vedi i nostri )
dei grafici ( vedi uno speciale ),
anche delle slide di powerpoint (vedi presentazioni su Slideshare),

GLI <IFRAME> SONO DELLE FINESTRE APERTE SU PAGINE HTML DI ALTRI.

Passiamo alla pratica:
Da sempre pubblichiamo contenuti “a puntate” che si scoprono man mano all’interno di una stessa pagina web.
Prima dell’avvento di Slideshare, i contenuti di ogni puntata in powerpoint venivano convertiti in Flash e resi visualizzabili da un visore ( esempio di un articolo a puntate con i visori )
Quando Slideshare iniziò la sua attività, lo utilizzammo subito caricandoci ogni PowerPoint e prendendo l’ <iframe> generato per inserirlo nelle nostre pagine.

IL VANTAGGIO: Gli <iframe> di Slideshare possono essere liberamente inglobabili da tutti….questo è un vantaggio VIRALE e... funziona.

 Diffondere contenuti: le limitazioni di Slideshare o PowerPoint
 Punto della situazione da quando abbiamo iniziato ad utilizzarlo


Ad oggi abbiamo messo a disposizione 780 slideshare creati e pubblicati per essere copia/incollati ovunque.
Ebbene, da quando abbiamo iniziato ad utilizzare Slideshare, abbiamo raccolto globalmente 233.000 visualizzazioni....

TUTTAVIA... PowerPoint è uno strumento limitato perché concettualizza delle sintesi a cui solitamente a margine c’è un presentatore in carne ed ossa che svolge il rafforzativo ruolo di “Storyteller”.

Ma non c’è uno strumento che permetta di creare contenuti multimediali che poi possano venire viralizzati tramite degli <iframe>?

E’ importante, perbacco, perché SONO I CONTENUTI CHE DEVONO FARE VIRALITA’....La parabola di questo assioma è già uscito il 17 Ottobre.

Nella prossima tendina esamineremo delle alternative decisive per la diffusione dei contenuti

 Creare & Diffondere contenuti: Sway
 E’ di Microsoft ed è una cannonata


Come possiamo creare contenuti in modo che siano virali propagandosi con facilità anche in altri ambiti?

Certo che si possono aggiungere i bottoni di AddThis ad ogni pezzo che pubblichiamo e che consentono di far esprimere su quel pezzo il favore dei lettori sui vari social, ma... la percentuale di chi manifesta il proprio apprezzamento è molto bassa tra i lettori.

Diverso sarebbe potere copia/incollare l’intero articolo dove si vuole, consentendogli di andare dappertutto, come il fantastico Sway



Sway di Microsoft permette di
“conformare” il proprio articolo con facilità decidendo se debba essere sfogliabile in orizzontale o in verticale,
Inserire immagini, testi, video, audio, grafici come più desideriamo
Restituire un <iframe> inseribile dove si desidera e dove anche il lettore potrà premiare con un suo inserimento nei soliti Social, Blog, ...

Sway è una modalità di pubblicazione che parte dal contenuto, rendendolo protagonista virale.



I problemi di Sway sono che:
1. Non ci sono statistiche sui lettori
2. Il numero di pezzi possibili è limitato a seconda che siamo già utenti Microsoft o meno..

Adesso che Slideshare con Linkedin è diventata di Microsoft c’è da scommetterci che accetterà anche l’inserimento di <iframe> di Sway.... sarà solo questione di tempo

 Creare & Diffondere contenuti: Spark
 Gratuito di Adobe




Nato come Adobe Slate, poi ha cambiato nome in Adobe Spark.

Spark è un editor “intelligente” per Storyteller e fa più o meno come Sway, ma... alla fine non fornisce un <iframe> articolato che dimensiona l’articolo fatto all’interno dell’ingombro di dove lo avete sistemato.

L’<iframe> di Spark è solo una immagine che rimanda all’articolo che rimane presente e visualizzabile su Spark: non ha lo stesso appealing di viralità che hanno i pezzi fatti con Sway ma per Facebook e Twitter può fare l’upload completo.

Un esempio? Eccolo...

I 6 stili d’azione quando si passa al fare

Adesso tocca a voi....

 Gestione centralizzata dei Social Media
 Marketing operativo semplificato




Agora Pulse
è una piattaforma da cui gestire in modo semplificato le vostre attività sui social. Sia che serva solo per 1 utilizzatore di 3 profili social media, sia per 40 profili gestiti da 12 utilizzatori, Agora Pulse è il companatico naturale per i Social Media Manager.

Si va dai 40 dollari al mese sino ai 300 in funzione proprio di quanti profili dovrete gestire. Agora pulse è semplicissimo perché mostra la scheda per gestire tutto quanto avete pubblicato, l’engagement, l’ascolto, i report e la/le comunicazioni tra i vostri utilizzatori….



 

 Community  Registrazione  Info
 
 Bacheche  
 
 Forum  
 
 Newsreader  
 
 Lavora con noi  
 
 
 Login  
 
 Registrazione gratuita  
 
 Accesso Riservato  
 
 Password dimenticata?  
 
 Aggiorna i tuoi dati   
 
 Privacy Policy   &  Cookie Policy  
 
 
 Chi siamo  
 
 Siamo stati su..  
 
 Contattaci  
 
 Evoluzione grafica del sito  
 
Copyright © Manager.it, blog di Andrea Paravicini (PRVNDR51T29F205L) Tutti i diritti riservati |  Pubblicità |  Contattaci |  Credits |  Fai di Manager la Tua Homepage